mercoledì 15 dicembre 2010

Salame di cioccolato alla mollica di panettone!


Sulla rivista di cucina "Subito Pronto", ho trovato questa ricetta semplice semplice come piace a me, per il salame di cioccolato:
Lavorare a crema 150 gr di burrofreddo a pezzetti con 150 gr di zucchero semolato;
Unite 3 uova ;
Aggiungete 80 gr di cacao amaro;
Versare il tutto ben mescolato in una ciotola ed alla fine aggiungetevi 350 gr di dadini di mollica di panettone;
Modellate il tutto su carta di alluminio;
Tenere un'ora in frigo...
Consiglio: da buona napoletana nell'impasto ci aggiungo sempre un bicchierino da caffè di limoncello, e uno di caffè caldo...mmmmhhhh!!!

E' arrivato Babbo Natale!


Mio marito ( il mio dolce marito) lavora in una redazione, per cui la mattina ( grande fortuna!) è a casa con noi...
Stamattina lo vedevo seduto sulla sua poltrona a strisce blu ( rigorosamente dell'IKEA) che dava il biberon al nostro pulcino...finita la pappa, ha cominciato a giocare, linguacce, sorrisi, facce stranissime e buffe...il patatino ha già capito tutto: ricambiava i sorrisi a 0 denti ma a 360 gradi, gridolini, occhi dolci a cuoricino; hanno giocato con il telecomando, il biberon, le mani, la copertina e lui gli ripeteva ossessivamente "papà...paaaaapà...papààà" ed il nostro bimbo lo guardava ammirato ed estasiato ....d'improvviso mi sono accorta che Babbo Natale è già arrivato!!!

martedì 14 dicembre 2010

Esco...


Esco...esco per non pensare, esco perchè i pensieri non mi si fissino su ciò che guardo in casa, trasformandola in una prigione dorata, ma pur sempre una prigione, esco perchè le paure non possano ristagnare e diventare fiumi in piena incontrollabili, esco perchè uscendo ritrovo me, i miei pensieri, la mia vitalità, il mio ottimismo.
E' appurato: non sono più la stessa, nel bene e nel male, i pensieri non mi scivolano più addosso, scavano in profondità, sono grevi, pesanti, e tutti vanno a finire lì, ad evidenziare le mie fragilità, il mio senso di inadeguatezza, i miei limiti...Un sano distacco è ciò che ci vuole, è questo quello che spesso mi ripeto, ossessivamente...ma come? E cercando di individuarne la via, il fallimento per non trovarla subito, subentra angosciosamente...no, questa non sono io, eppure da troppo tempo è una me stessa che mi fa compagnia...
E come sempre è il pannolino del mio bambino che mi risolleva e mi fa credere che tutto ha un senso...

venerdì 10 dicembre 2010

Negozio leggero - prodotti alla spina











Provare per credere!!! Mai motto più "azzeccato" per un negozio situato in Via San Tommaso, traversa della centralissima via Garibaldi in centro in Torino!!! Innumerevoli prodotti alla spina: caffè, caramelle, farine, pasta, riso, frutta secca, latte crudo, vino, thè, legumi e anche cosmetici, detersivi, pannolini lavabili, saponi...il tutto, quanto vuoi...tanti tavolini rotondi con contenitori che scoperchi e dai quali prelevi quanto prodotto ti serve, non di più, non di meno..un modo per risparmiare, per selezionare ciò che veramente consumi. Ci sono anche confezioni regalo per idee natalizie molto personalizzabili...

La trovo un'idea carina,
un negozio leggero, perchè la spesa è leggera, senza imballaggi inutili ed inquinanti!!!
Sono sempre più contenta di vivere in questa città, c'è molta attenzione alla qualità della vita, i servizi offerti sono molti e trovo che vi sia un gusto per le cose davvero unico...è una città che non ti colpisce immediatamente, ma va scoperta, assaporata, vissuta...chissà cosa ne penserà il mio patatino quando sarà più grande!!!

sabato 4 dicembre 2010

Partire è un pò morire...


Quando arrivi, quando torni nella tua città tutto sembra avvolgersi in una magia senza tempo, il clima, gli odori, i sapori, i volti , le strade che indelebili sono dentro di te come una foto che richiami nel tuo cuore tutte le volte che vuoi...e nel tuo cuore albergano i ricordi che riaffiorano sull'onda dell'entusiasmo, soprattutto quelli felici,in cui, nelle sere di solitudine,lontano da casa, da quella stessa casa da cui sei voluta "fuggire",tante volte hai cercato tepore, riparo, in cui ti sei cullata chiudendo gli occhi e facendoti avvolgere da quell'aura infinita di benessere che ti fa addormentare con un sorriso ed una lacrima, che convivono senza stonare...eppure, quando torni, qualcosa è cambiato, una ruga in più sui volti dei tuoi cari, un'abitudine persa e mai più ritrovata, un gingillo nella tua casa natìa che è stato spostato o addirittura buttato e che tu vivi come un sacrilegio, un gesto quasi blasfemo!!!...Eppure molto è cambiato, la tua immagine riflessa in quello specchio che ti ritraeva un pò bruttina, brufolotica, con gli occhiali e occhiaie da secchiona che hanno lasciato spazio ad una donna...una moglie...una mamma...tante cose sono andate, tante si sono spostate i luoghi senza tempo, senza spazio, tante non ritorneranno mai più...ti dici che è giusto che sia così, che è la vita, che è avanti che bisogna guardare, ti appelli al tuo ottimismo, alla fede, ai tuoi credo e costringi i tuoi occhi, quelli del cuore, a guardare al futuro...eppure qualcosa è cambiato...qualcuno è cambiato...tu sei cambiata...e raccogli il tutto nel tuo baule che non sai se mettere in soffitta o trascinarti dietro, in un'immagine un pò sfocata che il primo pannolino del tuo cucciolo domattina porterà via, accantonando la malinconia e facendoti credere che tutto, tutto, ma proprio tutto ( raccontandoti una dolce bugia) durerà per sempre...

venerdì 3 dicembre 2010

Natale tutta la vita!!!


Con l'avvicinarsi del Natale spesso mi ritrovo davanti al pc con il mio patatino a vedere su youtube i video delle canzoncine natalizie...nonostante abbia solo quattro mesi, il cucciolo si fa un mucchio di risate, comincia a sbattere le manine sul computer e a muovere i piedini seguendo il ritmo( a modo suo)...
Ieri come sempre gli facevo ascoltare una canzoncina e mi sono persa nel suo sorriso: darei la vita per vederlo sorridere sempre così! Mi sono ripromessa che farò di tutto per potergli dare un'infanzia felice, per permettergli di diventare una persona serena ed allegra...adesso piano piano sta scoprendo il mondo e la meraviglia che leggo nei suoi occhi si riflette nel mio cuore, riempiendolo di gioia, una gioia esplosiva ed al tempo stesso muta, intensa, sorda, quasi ovattata che racchiude me ed il mio patatino in una bolla senza tempo, in cui tutto è come deve essere...
Lo amo più del giorno in cui è nato, lo amo più di quando sul test ho letto: incinta, più del giorno della sua prima ecografia, più del giorno in cui abbiamo saputo che sarebbe nato un maschietto , più del giorno in cui ha minacciato di andarsene, più di quanto potessi solo lontanamente immaginare...lo amerò per sempre, ma soprattutto lo amo da sempre!!!