lunedì 10 gennaio 2011

Una domenica...BESTIALE!!!


Incomincio la giornata con due occhi gonfi come le labbra di Alba Parietti, una per parte…risultato di una domenica che chiamare “bestiale” è un eufemismo!!!
Andiamo dai suoceri(miei) a festeggiare il compleanno di mio marito, patatino gioioso al seguito…il patatino arriva dai nonni immerso in un sonno placido…si sveglia grazie alla soave e dolce voce del nonno…vabbè, fin qui, routine…ma la parte bella arriva nel pomeriggio, placidamente seduti davanti al televisore, le poltrone di trasformano improvvisamente in un banco per imputati: naturalmente gli imputati siamo io e mio marito…tralascio tutti i preliminari che hanno piano piano portato al capo d’accusa e vado direttamente al sodo: argomento CASA!! Da premettere che siamo in affitto in centro città, e seppur piccolina, la nostra è una casetta bellissima, comoda, con tanti spazi adeguati…certo, tra qualche anno, quando il patatino crescerà e anche la pancia della mamma crescerà di nuovo, dovremo traslocare, ma per il momento va bene così! La suocera comincia a fare l’elenco delle sue amiche che hanno le nuore ( nuore badate bene e non figli) vicino casa…a 20 minuti a piedi e 2 minuti in macchina…mentre noi, ingrati ed incoscienti, per raggiungere i nonni addirittura ci impieghiamo mezz’ora di macchina!!! Follie!!! Inoltre le figlie delle sue colleghe lavorano e quindi lasciano il nipotino ai nonni…wow…che brave donne….tu , sciagurata, mantenuta, stai crescendo tuo figlio da sola, senza minimamente che ti sfiori il pensiero di voler lasciare ai nonni imbottiti di psicofarmaci che volevano far assaggiare al patatino di 5 mesi la crema al limoncello, il tuo cucciolo, oh, mamma sciagurata!!! “Comprate casa, a me piacerebbe in via tal dei tali, ma a me anche in via cazzi e mazzi”…Io zitta, mio marito pure, e loro a fantasticare sulla casa dei NOSTRI sogni, che è in via ilpiulontanopossibiledaisuoceri !!! Inoltre ci si mette anche la nonna del marito che assaggiando la torta si rivolge al nipote: “L’hai fatta tu!?!?!?!?”….Ma se mio marito prima di conoscere me manco sapeva cosa fosse una torta per il suo compleanno!!!
E’ inutile dire che la mia lingua presenta morsi che anche Hannibal Lecter inorridirebbe vedendola!!! Tornati a casa cercavo di darmi una spiegazione razionale: poverini, hanno problemi, vivono in un paese isolato dal mondo, vogliono sentirsi utili, non hanno un cavolo a cui pensare…crisi isterica seguita da pianto a dirotto ( causa dei canotti al posto degli occhi di stamattina)…alla fine solo un pensiero rimbomba nella testa: Sono dei grandissimi rompicoglioni….con questo pensiero ho dormito una notte serena…

17 commenti:

  1. ....ahhh ma come ti capisco,come!!!!!.Anche se i miei sono lontani,davvero lontani..seminano sempre zizzania e mi rendono rabbiosa!!!.

    RispondiElimina
  2. carissima Potolina...sai che ti leggo molto volentieri e che sempre ho cercato di essere presente nei tuoi post!
    Vorrei darti un consiglio...ti prego non fraintendermi...non voglio intromettermi, solo che da mamma e nonna lontana, sconosciuta e disinteressata mi sento di poterti parlare con logica e sentimento.
    Sono stata anch'io nuora ed ora suocera...ho sempre tenuto un atteggiamento di rispetto e quasi di gratitudine verso i miei suoceri se non altro perchè hanno messo al mondo mio marito.ora che sono nonna, si certo di mia figlia è vero, ma cmq la patatina che ora a 11 mesi balbetta " n-nna" mi dà una gioia immensa e un giorno che non la vedo mi sembra 1 secolo.
    Ora quello che penso è che anche i nonni del tuo patatino vorrebbero pote vedere almeno, un po' più spesso il piccolino e magari presi dall'orgoglio dell'età non vogliono ammettere di essere capitolati davanti al faccino meraviglioso che tu ogni tanto gli porti a casa.
    Inoltre nella vita , ricorda, per essere felici e sereni non serve piangere...basta fare proprio un sentimento che risana qualunque ciccatrice ....la comprensione.Guardare sempre dal lato degli altri prima che dal proprio aiuta ad essere più sereni.
    Scusami se mi sono permessa questa esternazione e se vuoi puoi anche "bacchettarmi" o rifiutare il commento..cmq sono sempre a tua disposizione per una "chiacchierata" quando vuoi...è come se parlassi con mia figlia.
    ciao e a presto...una carezza al piccolo

    RispondiElimina
  3. ...ehh dimenticavo,quella strega mi sembra conoscente...mia suocera!!!!.

    RispondiElimina
  4. ciao Anna!!!
    Assolutamente, sai che i tuoi commenti mi fanno immensamente piacere!!!
    Concordo sul rispetto e gratitudine, naturalmente il rispetto deve essere reciproco...diciamo che con i miei suoceri siamo "lontani" una mezz'oretta di macchina e non mi sembra una distanza abissale, considerato che dalla mia famiglia di origine disto 800km...tra l'altro . Vedono il patatino 1/2 volte a settimana...ma ciò che mi preme segnalare, diciamo così, è proprio la paura di lasciare mio figlio a loro, paura condivisa dal papà, perchè hanno sul serio dei problemi psichici, documentati sulla carta...ma uso questo blog proprio perchè in qualche modo devo sfogare, condiderata la mia educazione a volte anche eccessiva...e cerco di ironizzare qualcosa che mi fa ancora tanta paura, perchè non sempre l'amore e la comprensione è la risposta a tutto, soprattutto quando bisogna far fronte a malattie della psiche...per questo abbiamo deciso di abitare un pò distanti, perchè quella dei miei suoceri non è invadenza ma ossessione...e non esagero...a volte mi sento cattiva ma quando si hanno delle malattie un pensiero può diventare ossessione, a volte anche una persona...e spesso mi sento oppressa perchè vorrei poter aiutare di più...ma è frustrante non poterlo fare...comprendo perciò mi sfogo qui, altrimenti rischio di impazzire anche io!!
    Ti abbraccio

    RispondiElimina
  5. tesoro mio ...sono concorde con te che i nipotini NON devono essere lasciati e parcheggiati dai nonni, in quanto i piccoli , se possono, devono vivere costantemente a contatto con i genitori che sono la vera famiglia che a loro appartiene. Fai bene a sfogarti sul blog,infondo lo facciamo un po' tutte, perchè con i commenti vari si possono aprire nuovi orizzonti al nostro modo di vedere le cose.
    I nonni materni mi dispiace davvero siano così lontani, perchè posso capire lo stato d'animo che avrà la tua mamma sapendoti da sola così lontana e senza aver la mamma vicina. IO ho la fortuna di abitare a 50 metri da mia figlia e questo è meraviglioso.Mi dispiace che i nonni che hai vicino non possano essere attivamente presenti nella vostra vita...ma infondo così credimi il rapporto tra voi tre si sigillerà ancor di più....ma ti fa onore il desiderio di voler fare qualcosa di più per chi non sa più , forse , badare più bene a se stesso...
    ti abbraccio dolcissima mammina

    p.s.
    sempre a disposizione

    RispondiElimina
  6. .... i miei sono a 1100 km da me.... i suoceri a mezz'ora da qui...non ho ancora figli e sinceramente non so se ne avrò...ma ti capisco...taaaaaaanto.... sfogati pure.... se avrò un figlio (di più sarebbe un miracolo) quando avrà l'età per parlare qualche volta andrà dai nonni....ma ti capisco...taaaaaaanto!!!

    Un abbraccio e buona serata, ciao Flavia

    RispondiElimina
  7. sul mio blog c'è un pensierino per te!!!1

    RispondiElimina
  8. Ciao,io me ne sono andato il più lontano possibile,proprio per evitare situazioni spiacevoli,le mie figli vedono i nonni un paio di volte l'anno in genere d'estate.

    Ciao,buona serata

    Franz

    RispondiElimina
  9. con tutto il rispetto del mondo.. potevi dirgli.. ma fatevi un mazzetti di c.... vostri!
    Ma sarebbe servito a poco, sei una brava madre ed una brava moglie, non devi dar di certo conto a loroStando zitta ti sei rivelata una persona davvero inteligente ed educata... dovremmo imparare da te.
    E tu dovresti imparare a riderci su secondo me ^_^ anche se sò che è difficile...
    un abbraccio e spero mai più gommoncini al posto degli occhi perchè non vale la pena piangere per queste cose ^_^

    RispondiElimina
  10. ma grazie!!! ricambio gli abbracci e grazie per i consigli...a volte mi sembra di impazzire, però è vero, spesso è assai terapeutica una bella risata!!! ;D

    RispondiElimina
  11. Finché tu e tuio marito sarete uniti, non ci sarà nonno che possa nuocervi.
    Credimi, i miei suoceri non hano nessun problema psichico ma mettere le distanze giuste é stata una necessità, non sempre facile da gestire, soprattutto nei primi tempi. Continuate a stare nella vostra bella casa al centro, e quandoandate da loro, fate finta di non sentire, magari dite sempre sì, e poi fate le vostre scelte.
    Baci, Potolina.

    RispondiElimina
  12. parole sante Corie!!! il fatto è che non sempre sono in grado di fare orecchie da mercante...imparerò!

    RispondiElimina
  13. hai sposato il fratello di mio marito ?!?

    RispondiElimina
  14. ahahaha...purtroppo mio marito è figlio UNICO!!!! Almeno avrei avuto una cognata con cui "sparlare" !!! ;))

    RispondiElimina
  15. e già..il mio ha due sorelle..uguli alle sorellastre di cenerentola..solo che io non sono cenerentola!!

    RispondiElimina
  16. cara potolina sono entrata per conoscerti, mi sono soffermata a questo tuo post.
    io non ho avuto suoceri , perche' sono morti prima, i miei genitori assenti.
    Io e mio marito ci siami creati una nostra famiglia, con tanti sacrifici essendo soli, ma tanto uniti.
    Se tuo marito ti sostiene , niente ti deve far paura, vai avanti e creati la tua famiglia, perche' siete solo voi 3.
    E'n giusto andare a trovare i suoceri, ma tienili lontani, una coppia deve stare sola e fare e decidere da soli , con tanti sacrifici e anche sbagliando, ma sai che soddisfazione.... io ho festeggiato 30 anni di matrimonio e ho una figlia di 27.
    tanti auguri a te e a tuo marito

    RispondiElimina
  17. grazie antonella!!! ci proveremo!!!

    RispondiElimina

inciuci & commenti...