mercoledì 14 settembre 2011

Era bello...



Era bello quando ti nascondevi in salone e aspettavi che passassimo dalla porta per comparire all'improvviso e farci paura...noi poi scappavamo come delle matte e tu ci inseguivi per tutta la casa, ci afferravi e ci facevi il solletico...
era bello quando B. ebbe quell'allergia al labbro, per cui ce l'aveva gonfio come un canotto, e tu costringesti me e la mamma a sporgere fuori anche noi il labbro inferiore per non fare sentire B. diversa...così ce ne andammo passeggiando tutti e quattro con una bocca buffissima!

era bello quando ti sedevi sul divano e mettevi i dischi e ci ammiravi mentre io e B. ballavamo...

era bello quando mi portavi da Daniele al Vomero e mi compravi quell'arancino con i piselli e carne che mi piaceva tanto...Daniele non c'è più...e nemmeno l'arancino ....

era bello quando tornavi alla sera con un giocattolo nuovo che piaceva più a te che a noi, e con cui ci giocavi più tu che noi...

era bello quando andavamo a comprarci i vestitini...eravamo le tue principesse...

era bello quando ci estenuavi con le tue fotografie...ne abbiamo ancora alcune con le lacrime agli occhi, perchè tu ci consideravi le tue modelle...

era bello quando ti sedevi sulla poltrona e cadevano tanti spiccioli dalla tue tasche e noi facevamo a gara a chi ne prendeva di più...

era bello vederti ridere...sorridere...eri alto alto...un gigante buono...

era bello stare insieme a te...

Quando arrivò quel giorno io sapevo che non ti avrei più rivisto...mi salutasti con il tuo solito sorriso e quando mi baciasti io sapevo che era l'ultimo tuo bacio che ricevevo...il pomeriggio mi dissero che era meglio che restavo a dormire dalle zie, ma tu, tu già non c'eri più...ed io lo sapevo...anche se loro mi mentirono.

Non ho mai pianto, nemmeno quando vedevo la mamma stare male e non truccarsi e non accendere la televisione per mesi...nemmeno quando vedevo B. alzare gli occhi al cielo e parlare con le nuvole implorandoti di scendere da lì...nemmeno quando a scuola nel giorno della festa del papà io scrivevo la letterina al nonno...

Vorrei poterti presentare tuo nipote, il mio Patatino, è allegro come te, perchè di te è l'allegria profonda che mi è rimasta nel cuore...in questi giorni ventotto anni fa in quell'ambulanza in cui fummo noi il tuo ultimo pensiero, stavano portandoti lontano da noi, per sempre...grazie per avermi lasciato il tuo senso dell'allegria...spero di essere in grado di donarla a tuo nipote da parte tua...

all'improvviso il tuo mondo può cambiare...è da allora che odio gli oggetti, quell'orologio, quegli occhiali, quelle chiavi, sono ancora qui e tu no...è da allora che ho capito cosa conta davvero...

quando penso a Te, penso anche a me bambina...con te è andata via anche lei...





18 commenti:

  1. Mannaggia...mi hai fatto piangere...Ti abbraccio forte!

    RispondiElimina
  2. ci vuole tanta forza, e tu ce l'hai. forse se guardi bene vedrai quella bambina negli occhi del tuo patatino. un forte fortissimo abbraccio.

    RispondiElimina
  3. Ciao sono Luisa...
    Io non commento mai...ma ti leggo sempre:ti ho aggiunta tra i preferiti quindi ogni giorno controllo se hai scritto qualcosa..io non sono una mamma, nè tantomeno ho perso un genitore...ma mi hai fatta piangere, davvero...le tue parole sono davvero belle...

    RispondiElimina
  4. dolce, dolcissima Potolina che troppo spesso si veste di una corazza ironica ...oggi mi mostri il tuo vero volto, tanto simile al mio in questi sentimenti.
    Come te a distanza di vent'anni ancora me lo guardo qui in foto al lato del monitor, seduto accanto al camino con la mia altra essenza che non c'è più neanche lei.
    Ma vedi , per fortuna, abbiamo tanti di questi bei ricordi che tu , come ho fatto io, racconterai al patatino e sarà come alimentare la sua presenza e loro saranno sempre presenti e vivi grazie ai nostri ricordi.
    Io tante volte,sai, lo sento accanto a me come una mano che mi protegge e mi guida e mi consiglia.
    La morte è la fine della carne ma i gesti i ricordi e l'amore infinito che ci hanno dato e che per loro abbiamo quello ...è l'eternità!
    Credo se mi consenti di poterti dire che questo è il post più bello da quando ti leggo.
    un bacio cara , una carezza ed un abbraccio

    RispondiElimina
  5. ....non c'è molto da dire e nemmeno da fare...solo che ti abbraccio tanto tanto forte, ciao Flavia

    RispondiElimina
  6. Lo so..non sono passati così tanti anni, ma lo so...Ma chi abbiamo amato è con noi sempre, non se ne va mai davvero. Lui, mio papà, la mia bimba l'ha conosciuto e lo ha amato tanto. Gli ha reso meravigliosi anche gli ultimi mesi. Li rivedo ancora passeggiare lei che saltella lui sempre più incerto. Quando se ne è andato lei aveva quasi tre anni e non ha capito subito..poi una sera è arrivata vicino a me con il telefonino in mano "mamma chiama nonno" mi ha chiesto.. Non sapevo come fare, avevo cercato di spiegarle ma.. Ho fatto il numero e le ho messo vicino il telefono muto.. "Nonno non cè" ha detto, poi è andata nel suo lettino, ha abbracciato il koala che le aveva regalato e ha pianto piano...Da quella volta prima di andare a dormire saluta anche il nonno perchè: Mamma lui è sempre con me - dice tutt'ora...

    RispondiElimina
  7. un grande abbraccio da chi come te proprio 28 anni fa ha perso il papà...
    ma penso sempre che ho avuto la grande fortuna di esser stata tanto amata , di amarlo ancora e di averlo nel cuore e sentirlo vicino ogni giorno della mia vita... (insieme agli altri miei cari che non ci sono più)...
    finchè Li ricordiamo , Loro sono vivi in noi e poichè li amiamo Loro ci sono accanto e ci proteggono ...
    ciao
    val

    RispondiElimina
  8. non volevo pubblicarlo questo post, penso che certe cose sono intime e tali debbano rimanere, ma dopo aver letto i vostri commenti ho capito che ho fatto bene...perchè non c'è nulla di più bello che condividere anche il proprio dolore...grazie per averlo voluto fare lasciando i vostri commenti...mi sono commossa! vi abbraccio tutte !

    RispondiElimina
  9. qualcuna di voi ha toccato delle corde molto vere del mio modo di essere...

    RispondiElimina
  10. vivono per sempre nei nostri ricordi...
    un abbraccio

    RispondiElimina
  11. Io non ho perso mio padre, ma da anni convivo con la paura di perderlo perchè non sta bene.. Posso capire come ti sei sentita quando hai visto andar via 'ambulanza...
    Ti abbraccio forte forte!!!!!!!

    RispondiElimina
  12. Un abbraccio grande anche da me. Non vorrei aggiungere altro...

    RispondiElimina
  13. Potolina mi hai fatta commuovere! Grazie, grazie per aver condiviso questi sentimenti con noi! Anche io vorrei tanto presentare il Nano ad una certa persona....spero, almeno, che lo osservi da lassù!
    Un abbraccio!

    RispondiElimina
  14. è bellissimo quello che hai scritto... e adesso ho tutti gli occhi gonfi un abbraccio

    RispondiElimina
  15. Da un po di giorni, volutamente, quasi per disintossicarmi, mi sono allontanata ma questo meraviglioso mezzo. stamani vengo a trovarti per conoscerti e ringraziarti dell'aggiunta, e anche da te trovo conferma del mio pensiero, qui si conosce l'anima di una persona...la sua bellezza interiore.
    hai esternato stati d'animo che con la sua struggente dolcezza mi hanno profondamente commosso... anzi ho anche pianto e adesso che scrivo sto pensando che se non ci fosse questo mezzo... forse ci saremmo conosciute in un salotto, in un bar, dietro uno sportello al pubblico... ma mai mi avresti potuto regalare tanti ricordi, tante emozioni... e questa meravigliosa positività che mi fa scordare il brutto e mi conferma quante persone magniiche esistono
    Un sorriso in cammino
    Gingi

    RispondiElimina
  16. grazie per le belle parole, riescono a vincere una reticenza che mi porto dietro da anni!

    RispondiElimina
  17. Quanta dolcezza ... mi sono emozionata. Un abbraccio grande.

    RispondiElimina

inciuci & commenti...