domenica 10 giugno 2012

La Blog-Cronaca del Social Family Day!

Avviso ai lettori:Ogni riferimento a fatti realmente accaduti e/o a persone realmente esistenti è da ritenersi puramente casuale. Qualora alcuno si sentisse offeso nella propria immagine o persona è pregato di sorvolare facendo riferimento alla fantasia perversa e malata, gravemente malata, dell'autrice del blog, nonchè Potolina. Grazie.


Sveglia alle ore 7.00 per poter essere a Milano all'appuntamento con la mitica Scleros alle ore 10.00, destinazione: il Social Family Day. Mi alzo lentamente per non svegliare i miei ometti, quatta quatta mi avvio verso il bagno, doccia, shampoo, phon e quando è il momento di truccarmi per potermi rendere presentabile ( il mio chirurgo estetico è in vacanza e aveva il cellulare spento e Lourdes era un pò troppo scomoda al momento per recarvici in ginocchio sui ceci per chiedere un miracolo) scatta l'ansia da "appuntamento con sconosciuti" al "Social Family Day" per cui la mia pancia comincia a prepararsi per i botti di fine anno. Ok, assecondate le esigenze primarie, mi appresto a truccarmi, matita, mascara, terra quando, toc toc, qualcuno nei "paesi bassi" ha deciso di uscire nuovamente. Ok, ok...intanto le lancette scorrono veloci e l'ansia sale sale ed i suoi effetti scendono scendono...Entro in auto, che non guido da circa due anni e mezzo, e...devo fare benzina, controllo se ho soldi e ...ops ....c'è un centesimo che mi guarda come la bollicina d'acqua solitaria della pubblicità che grida "yiu uhhh, c'è qualcuno!?!?!!" e così scendo e mi reco al bancomat per prelevare, intanto comincio a sudare freddo, è tardi! Torno in auto, accendo la radio ad alto volume e viaaaaaaaa si parte!!!! Mi avventuro nella prima stazione di servizio e attendo il mio turno per fare benzina, passano i minuti e nessuno mi si fila di striscio, intanto vedo che nella fila accanto passano tutti prima di me che sono arrivata prima!!!! Sto per aprire la portiera dell'auto per andare a reclamare quando mi si affianca un'auto che avrà visto la scena e avrà capito tutto e mi dice "Guardi che questo è self service, ha bisogno di aiuto?"..Ed io "No grazie! " e intanto risalgo in auto faccio marcia indietro e mi infilo nella fila "Servito"....ok...i minuti passano...a metà strada Scleros mi avvisa che è arrivata e che mi aspetta...sudo freddo, non vedo il cartello dell'uscita dove dovrei uscire!!! Mi odoro l'ascella ed è già pezzatissima!!! Conto di fermarmi quanto prima e spuzzare un pò di deodorante ma....non c'è tempo! Finalmente arrivo a destinazione e....rullo di tamburi, suonino le trombe....incontro Scleros!!! Incontrare Scleros o la sua caricatura è praticamente la stessa cosa! Un fumetto vivente, un sorriso alla Pollon combina-guai, uno tsunami di simpatia, un'esplosione di colori


 ( Ok Scleros, sì mi sto rivolgendo a te che sghignazzi fiera della mia descrizione, in totale sono 100 euro, poi ti invio la fattura quanto prima!) ....Ci avventuriamo dietro le indicazioni del navigatore satellitare che era stato programmato da Forrest Gump per fare il giro del mondo in 25 minuti...ma questa è un'altra storia...arriviamo al Quanta Village e all'ingresso ci dicono che non c'è più posto per le auto...ok, retromarcia, e parcheggiamo abusivamente in parcheggi riservati ai condomìni...è stata lei, io non c'entro, Scleros è un'istigatrice a delinquere!!! Ok, percorsi finalmente i dieci chilometri che ci distanziavano dal Quanta Village, ne percorriamo altri venti per cercare di capire dove si trova il luogo dell'incontro! Intanto ci raccontiamo la rana e la fava ( a dire il vero io c'avevo un fiatone da paura, considerati i chili di lardo che mi porto dietro da fedele affezionata, mentre Scleros saltellava come un grillo...sottile come un fuscello e pimpante come una quindicenne...al momento della registrazione poco ci mancava che mi avessero chiesto : e sua figlia ha firmato la liberatoria?, riferendosi a  Scleros...vabbè, ma anche questa è un'altra storia)....Dopo aver buttato l'occhio, di Scleros non mio perchè io sò già cecata, nell'aula dove si tenevano le conferenze gremita di mamme e doverosamente ispezionato i bagni, ci rechiamo, sotto consiglio di una mamma facente parte dello staff che ci dava indicazioni come una hostess su di un aereo, verso un'auletta dove possiamo seguire su un mega schermo la conferenza....in realtà in quell'aula c'eravamo solo Scleros ed io...una sorta di aula bunker in cui relegavano le mamme più pericolose! Ci siamo affacciate timidamente ma quando abbiamo capito di essere sole abbiamo incominciato a stravaccare alla grande! Meglio così, ci siamo raccontate vita, morte e miracoli e oltre, abbiamo riso, commentato a voce alta senza nè bip bip nè censure di alcun tipo...cosicchè nessuno ha potuto sentire i nostri" ma che cippa di minchia sta a dì questa?!?!?"...."ma tornatènè da dove sei venuta..." e cose del genere...non tutte di questa portata ovviamente...molte delle cose dette ( da loro, cioè da quelli nel video) erano davvero interessanti....sì...davvero...e dai, non sto scherzando, abbiamo talmente tanto preso appunti che manco la carta igienica delle toilette super-fornitissime ci è bastata! Vabbè...non esageriamo...ok...ok...non abbiamo preso appunti perchè c'abbiamo tutto registrato nelle testa....Ma davvero ci sono stati spunti e testimonianze di mamme blogger che ce l'hanno fatta...a nostra insaputa, ma ce l'hanno fatta! E poi sembravamo due bambine mentre spulciavamo la fantastica bag che ci hanno dato all'ingresso, piena di ricchi premi e cotillon!!! ....

L'organizzazione dell'evento è stato curato nei minimi dettagli, un tavolone per poter lasciare i nostri bigliettini da visita, un pranzo a banchetto gustoso e vario, attività ed intrattenimento per i più piccini...mamme piene di sorrisi e mani di mamme pronte a twittare ovunque e dovunque perchè la tentazione nell'urlare "Io c'ero" vinceva su tutto, location impeccabile...cosa vuoi di più dalla vita? E poi gli incontri fugaci come quello con la simpaticissima Laura di Parola di Laura e quelli fatti di storie vere, di vita vissuta come quelli con la mamma speciale de: La via dei colori e quella frizzante di Mamma con l'Ipad e quella coraggiosissima e super tecnologica con il cucciolo dagli occhi del colore del mare di sette mesi di Geekmom che ti lasciano un segno, e non in fronte! Che altro dire? Che c'era un sole che spaccava le pietre, un caldo che pezzava le ascelle e che molte di noi prima di guardarsi negli occhi si guardavano il decolltè...no...non perchè ve ne fossero di particolarmente abbondanti, ma perchè portavamo tutte un adesivo sul petto con il nostro nome ed il nome del nostro blog! Direi che svegliarsi presto, combattere contro le avversità incontrate, per conoscere Scleros, per partecipare al Social FamilyDay per farsi chilometri in auto e a piedi ne è valsa davvero la pena...W le donne, W le mamme, W le blogger!

Ricordati di VOTARE il tuo preferito QUI!!! 



28 commenti:

  1. ... mandami i tuoi appunti!!! ciao

    RispondiElimina
    Risposte
    1. se vai sul sito di mammacheblog trovi di tutto e di più!!!

      Elimina
  2. Peccato non averti incontrato...ci diamo appuntamento alla prossima? Baci

    RispondiElimina
  3. incontro fugace ma bellissimo! ma lo sai che non sono riuscita a conoscere tante :(
    pure io ho fatto il mio resoconto ;)

    ps grazie per il simpaticissima (gongolo)

    RispondiElimina
  4. Nemmeno io ti ho vista.. Peccato..

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ci sarà sicuramente un'altra occasione!!!! ;-)

      Elimina
  5. ahhhhhhhhhh....dai appena ho un attimo metto la mia versione dei fatti...più che altro..MA IL RITORNO COME è ANDATO?? PERCHè IO MI SONO PERSA!!!! un abbraccio, è stato proprio bello 'svirtualizzarti'!!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. come ti sei persa!?!?!? dove????? come???? perchè???? e il navigatore????...idem for me! ;-)

      Elimina
    2. il navigatore è stato molto fetente!!!

      Elimina
    3. la verità è che se non mi avessi accompagnato all'entrata dell'a4 non ti saresti persa...vedi perchè ti ho ringraziata, oltre che per la giornata? per la disponibilità....!!!!

      Elimina
  6. Grazieeeee.... speriamo di incontrarci di uovo e con più calma...

    RispondiElimina
  7. Piacere di averti conosciuta!! Alla prossima!

    RispondiElimina
  8. avevo inserito un commento ma è sparito chissà dove.
    Bellissimo leggere i resoconti incrociati, peccato non esserci stata :)

    RispondiElimina
  9. Troppo simpatica :) Speriamo ci sia un'altra occasione per incontrarsi!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. tu per esempio sei una persona che proprio vorrei conoscere!!!! ;-)

      Elimina
  10. chissà se ci siamo incrociate in quel marasma... ma ci sarà occasione!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. sicuramente i nostri occhi hanno incrociato i nostri decoltè! ;-)

      Elimina
  11. Possibile che una regina dell'inciucio come me mancasse??? Leggere i vostri posti, leggere il tuo post mi aiuta a sentirmi meno esclusa! Stupenda l'immagine dal benzinaio con ascelle pezzate... Stupenda xche io la vivo spesso! Cavolo le ascelle pezzate sono il mio tormento! C dovremo conoscere...magari l'anno prossimo !!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. chi porterà il deodorante? ih ih ih ;-P

      Elimina
  12. Tra te e Scleros devono essere stati fuochi d'artificio!!!
    Ciao e sono contenta che vi siate divertite!

    RispondiElimina
  13. mi hai fatto morire dal ridere e mi dispiace tanto che non ci siamo conosciute!!! tra l'altro hai fotografato in pieno i miei biglietti da visita, ti dispiace se copio la foto nel mio blog?
    un abbraccio e alla prossima!!!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. copia pure! non può che farmi piacerissimo!!! ;-D

      Elimina

inciuci & commenti...