lunedì 27 febbraio 2012

Terra colorata!


Ieri siamo andati dai suoceri, nuoceri o per semplificare, nonni del patatino. C'era anche la bisnonna, nonchè nonna di mio marito, che non appena mi vede esclama in dialetto ( anche lei, come me, è del profondo sud!) - Ma ch'è fatt'? Si carut' ca' faccia inda sabbia!?!?!?-
che tradotto sarebbe - Ma cosa hai fatto? Sei caduta con la faccia nella terra? - riferendosi al mio viso, al mio trucco e ad un pò di fard che avevo messo per celare il colorito cadaverico ereditato dall'influenza...
Avrei voluto risponderle - E a lei si sono frantumati gli specchi? - ma stavolta ho avuto pietà ed ho abbozzato un sorriso cordialmente schifato!
Comunque cambio marca....ho deciso! ;-)

sabato 11 febbraio 2012

Diamoci un taglio!

Incontriamo una conoscente...il patatino, mio marito ed io...cominciano i convenevoli, come stai, come non stai, cosa fai di bello, che freddo che fa ecc..ecc...ad un certo punto comincia a "importunare" il patatino...ma che bel nasino, che occhietti, e che capelli, ( intanto gli scosta il cappello con - 20° di temperatura!) che belle manine e continua tutta la "vivisezione" analitica del patatino, manco fosse una bestia rara, quando - Ha proprio tagliato la testa al padre, è identico, uguale ( e via con tutti i sinonimi che ne sottolineano la somiglianza estrema!)...- poi verso di me, acidamente ( sarà che non le arrivano yogurt freschi alla mattina)- Ma a te non dispiace che abbia tagliato la testa al padre!?!?!? - ( tra me e me penso che questa ha subìto l'effetto del congelamento atmosferico e i neuroni hanno smesso di connettere tra di loro ) poi con il mio schifato sorriso le rispondo - Avrà anche tagliato la testa al padre, ma a me ha tagliato la pancia! -
Vabbè, morale della favola, tra tagli vari, abbiamo tagliato la corda ... anche se avrei fatto un bel cappio alla testa....la sua!!!

martedì 7 febbraio 2012

Una borsa per amica...



Sì, concordo perfettamente con Adry ( con questo post partecipo al suo succulento giveaway!!!)
la borsa per me è : i-n-d-i-s-p-e-n-s-a-b-i-l-e !!! Per anni è stata il mio rifugio, tra un cambio di treno ed una metro, tra una scuola e l'altra, tra una città e l'altra c'era sempre lei, lei non cambiava mai, anzi, più la riempivo di roba più sembrava dirmi - Grazie per farmi lavorare così tanto!!!- Essì, perchè di roba ce ne ho infilata e ce ne infilo tuttora, non è solo questione di praticità è anche una ottima sostituta di album di ricordi, ma al posto di foto ci sono cose...quell'elastico che si è rotto proprio prima del colloquio di lavoro, quell'anello che è scivolato via per il troppo freddo, quel fazzolettino con il chewingum archeologico buttato lì di corsa prima di entrare in aula a far lezione! No, non è una pattumiera, ma il rifugio, l'amica, il contenitore di un mondo custodito solo e solo da te ( anche perchè scommetto che il miglior ladro scapperebbe aprendo la mia borsa, se non altro la lascerebbe per paura di doversi fare una siringa antitetanica!!!! )...e quella volta che ha coperto il brutto buco sulla calza che spiccava fuori quando mi sedevo in metro, o quella volta che, non avendo fatto colazione per la fretta al mattino, ha attutito i gorgogliì del mio stomaco che sembrava uno scarico ambulante!!!
E quando fai cambio di borsa quanto è bello trovare quelle dieci euro stropicciate, sommerse da qualunque cosa che ti chiamano e ti fanno sentire una grande risparmiatrice!!! Cara Mary Poppins, la tua "big bag" sarà anche capiente e magica, ma la mia è spaziale - nel senso che di spazio ne ha in abbondanza - !!!
p.s. se volete partecipare anche voi al candy di Adry ricordate che scade il 29 marzo!!!

Quando nasce una mamma...


Quando nasce una mamma è il titolo del sito in cui è possibile chattare con esperte ed altre mamme in materia di bebè, gravidanza, allattamento, parto e tutto ciò che riguarda l'argomento "mammitudine"!
Mi ci sono imbattuta per caso oggi, tramite Twitter, e le conversazioni sono sprintose e interessanti! C'è un'agenda con incontri virtuali prefissati! La trovo un'ottima idea, soprattutto perchè prima, durante e e dopo il parto spesso ci si imbarazza a fare domande che possono sembrare banali ma che invece ci attanagliano e non ci fanno dormire ( insieme alle nausee!!!) ...un modo per sentirsi anche meno "sole" in uno dei momenti in cui tutto si trasforma...il corpo, la mente, le abitudini...
Certo, manca un bel caffettino caldo o una cioccolata fumante per completare questo salottino confortevole e confortante ma...non si può avere tutto!!!

E colgo l'occasione per riproporvi un pensiero che dedico a mio figlio tutti i giorni e che scrissi tempo fa...

Quando sei nato, sono nata anche io...
Quando hai posato il tuo sguardo smarrito sul mio viso, è allora che ho cominciato a vedere...
Quando ti ho accostato al mio seno, ho scoperto che il mio corpo era vita per te...
Quando mi hai sorriso, il mio cuore ha cominciato a battere...
Quando mi guardi implorante di qualcosa le mie braccia si aprono per accogliere le tue richieste e le mie mani si schiudono per offrirti ciò di cui hai bisogno...
Quando sei venuto al mondo hai dato vita ad una mamma...tu cresci e io nasco ogni giorno...siamo nati assieme...