Passa ai contenuti principali

Domani sarà, un giorno migliore vedrai....



Quante cose non sappiamo.
Quante le cose che scopriamo ogni giorno e quante quelle che non sapremo mai.
Se anche non avessi avuto il grande dono della fede, razionalista come sono, non avrei potuto non avere una visione sopranaturale della vita. Per sopranaturale, intendo qualcosa che và al di là di quello che ci si manifesta quotidianamente...una pioggia battente può metterci di malumore e apparirci fastidiosa, ma se quella pioggia ha impedito a quel bambino, quel giorno, di uscire di casa dove lo attendeva un cornicione del palazzo fradicio, pronto a cascargli sulla testa e rompergliela per sempre, bè, a quella pioggia va innalzato un inno di gloria! Spesso si ha la presunzione di credere di sapere tutto, di sapere come va il mondo, come va la vita, cosa è giusto e cosa non lo è. Spesso il credere eccessivamente nelle nostre responsabilità, ossia che tutto, ma proprio tutto, dipenda solo ed esclusivamente dalla nostra volontà, è esattamente un atto di deresponsabilizzazione, perchè, e so che sembra paradossale, proprio quando crediamo che tutto sappiamo, tutto possiamo, tutto ci è concesso, stiamo mettendo in atto un limite enorme tale da condurci a non rispondere davvero di quello che possiamo e non possiamo fare, e fare un grande minestrone di cose in cui non riusciamo a vedere oltre il nostro naso anche se ci riempiamo la bocca di argomenti che riguardano l'intero universo! Stasera prego, prego perchè solo se riconosciamo i nostri limiti saremo in grado di definire le nostre vere e reali potenzialità, perchè la realtà può essere sempre affrontata, sempre, i sogni, i castelli in aria, i superpoteri, le ideologie ci allontanano dal mondo e quel che è più grave ci allontanano da nostro cuore...chiediti solo una cosa, tanto per cominciare, io, so esattamente cosa mi accadrà domani? Certo so che devo vedere quella persona, chiamare a quell'altra, ma se scrivi ora la previsione della giornata di domani, e domani sera scrivi il resoconto della giornata, confrontando gli scritti ti accorgerai quanto lontani siano i contenuti...questo vorrà pur dire qualcosa...
Lo so, lo so, Potolina è proprio pesante alle volte, ma questa pesantezza mi fa sentire "light", perchè non c'è nulla di più bello che abbandonarsi nella braccia di Qualcuno che sai che ti ama e che Lui si sa bene cosa accadrà domani...Buonanotte mondo!

Commenti

  1. L'uomo è presuntuoso, l'universo è pieno di altre energie oltre quelle del suo corpo e forse dovrebbe ritornare ad usare il suo terzo occhio per vederle!Ma sopratutto dovrebbe ricordarsi che la fede è riconoscere che una particella di Dio, quale energia suprema, è in noi e non noi dei Dio!
    Un abbraccio e ... amo questi post!

    RispondiElimina
  2. è bellissimo quello che hai scritto e condivido.
    Buona giornata, ciao!

    RispondiElimina
  3. A volte abbiamo la presunzione di controllare ogni cosa... Ma non è così. Io sono credente. Penso che sempre tutto abbia un senso anche se molte volte mi sfugge.

    RispondiElimina
  4. Bel post! Siamo infinitamente piccoli ma talvolta c'è chi si prende troppo sul serio. E Potolina non è pesante quando parla così, ma esprine quello che sente. E va bene così.

    RispondiElimina

Posta un commento

inciuci & commenti...

Post popolari in questo blog

Ogni scusa è buona!

Ogni scusa è buona per il mio Polpettino piccolo per non andare all'asilo:
Scusa medico/teatrale: tosse finta con conati di vomito...
Scusa pietistica: "i piccoli devono stare a casa con la loro mamma"...
Scusa causa di forza maggiore: "l'asilo è chiuso"...
ed infine motivazione del tipo"mamma hai un anticipo di alzheimer" mista a motivazione fantascientifica: "Mamma, ti sei sbagliata, oggi è di nuovo domenica non è lunedì" !!!



Tu lavori?

Ho deciso...da oggi se mi dovessero chiedere "Ma tu lavori?"...io risponderò :"Non fuori casa"! ( e dentro penserò: chi si fa i c...i suoi campa cent'anni!)

Ansia !

Ieri abbiamo affrontato la seconda seduta di neuropsicomotricità...il Polpettino sembra non avere particolari difetti fisici e la sua inibizione ed il suo rallentamento nel coordinare gli arti inferiori secondo la Doc. tutta frizzi e lazzi è dovuto ad uno stato d'ansia....


Che ansia!!! Quando mi ha comunicato questa cosa ho incominciato a passare in rassegna tutto quello che avrei potuto aver fatto per provocargli ansia...ma la Doc. tutta frizzi e lazzi mi ha detto che il suo stato di paura non dipenderebbe dalle mie di ansie!

Eppure questa cosa ha fatto scattare in me una sorta di senso di allerta, ho ripensato alla predisposizione alla depressione dei parenti di mio marito, nello specifico alle malattie psicologiche dei miei nuoceri, alla mia di ansia che però riesco a gestire bene infatti all'apparenza, nel sociale, tutto risulto fuorchè ansiosa...all'ansia mascherata da sicurezza di mio marito, che spesso mi tocca rassicurare e raccogliere con il cucchiaino quando anch…