giovedì 26 febbraio 2015

Equivoci..."benedetti"

Se non fossi un tipo abbastanza razionale a quest'ora sarei già in mano ad un esorcista!

Solitamente all'uscita dell'asilo il Patatino, il Polpettino ed io andiamo a salutare la Madonnina nella chiesa che si trova sulla strada per il rientro a casa...da un pò di giorni a questa parte non appena metto il dito nell'acquasantiera per poi farmi il segno della croce avverto una leggera scossa, tanto che qualche giorno fa nel consueto gesto, scosto di fretta e furia la mano sotto gli occhi basiti di una vecchietta che quasi quasi avrei dovuto soccorrere per infarto...( vabbè dai, comunque ci trovavamo in chiesa e non avrebbe dovuto aspettare molto per l'estrema unzione!) :-P
Scherzi a parte, i primi giorni che accadeva questo "fenomeno" ho incominciato a farmi un esame di coscienza fino ad arrivare a spolparmi il midollo dell'anima...ho pensato alla mia insofferenza ai nuoceri...all'occhiataccia alla zingara che se non le dò una monetina comincia a bestemmiare ed inveire contro i bambini, all'insofferenza della puzza ascellare del vicino di casa che lascia olezzi dell'ascensore come se avesse appena cucinato soffritto di cipolla ammuffita..insomma...ho scandagliato la minima cosa che potesse farmi rifiutare dall'acqua benedetta dell'acquasantiera al punto da creare scintille....

Così oggi torno dalla spesa e metto la mano sotto l'acqua perchè sporca della caramella appiccicosa del mio Polpettino che ha deciso di omaggiarmi gentilmente del residuo bellico...e...puff...scossa elettrica...così capisco che probabilmente non sono i miei peccati a creare fuochi e fiamme bensì...il tacchetto della scarpa in gomma che crea attrito con l'asfalto e i fuochi d'artificio quando entro in contatto con l'acqua....

Meno male!!! Ad ogni modo oggi mi vado a confessare, non si sa mai! :-P

3 commenti:

inciuci & commenti...