Passa ai contenuti principali

Matrimoni e funerali


Una delle cose che mai sono riuscita a spiegarmi che accade nella mia famiglia, sia da parte materna che da parte paterna e affini è perchè ci si riunisce sempre ai funerali ed i matrimoni tutti li snobbano...Più e più volte ho tentato di capirne il motivo, a volte ho pensato che il retaggio culturale ed educazionale dei mie zii e zie e genitori e tutti coloro che avessero più o meno la loro età, influisse non poco sullo scegliere di essere onnipresenti in situazioni di tragicità piuttosto che di festeggiamenti...il fascismo credo abbia lasciato loro un segno non indifferente...essendo cresciuti nella cultura della morte e del dovere sempre prima che il piacere, credo sia rimasto in loro qualcosa di "tenebroso" che li induce a farsi chilometri qualora qualcuno sta male e sta per andare al Creatore mentre momenti di gioia sono assolutamente sottovalutati.
E' una cosa che mi fa soffrire perchè credo fermamente che quando due giovani o giù di lì, visto l'innalzamento dell'età media che porta le persone a sposarsi sempre più spesso dopo i trenta, decidono di metter su famiglia, hanno ugualmente bisogno di condividere la propria felicità ed il proprio entusiasmo assieme agli altri, di sapere che potranno contare su chi ha gioito con loro in momenti di difficoltà, di ricordare momenti felici assieme e non solo innalzare monumenti di carta a chi purtroppo ci ha preceduto nel fatidico trapasso...
Condividere la gioia non è semplice, e come si disse in un film che mi sta molto a cuore, la verità è che la felicità fa paura...
Ad ogni modo vorrò insegnare a mio figlio che la gioia è intensa e profonda tanto quanto può esserlo il dolore, e che gioire della felicità altrui e soprattutto condividerla è un dono che va alimentato e coltivato, perchè se è vero che il male nel mondo è davvero tanto è anche vero però che si può " far affogare il male in un mare di bene"!!!
p.s. giuro che se qualcuno dei miei parenti che non è venuto al mio matrimonio verrà al mio funerale, mi alzo trenanosecondi dalla tomba e gli faccio una pernacchia in faccia!!!

Commenti

  1. La mente della gente è tutta strana comunque nel mio caso invece è differente, quando si fanno feste tipo matrimoni, comunioni, o compleanni si reincontrano parenti che pensavi sommersi di impegni invece... Questo rende e ha sempre reso noi tutti felici perché se un tuo parente ti rispetta partecipando ad un tuo invito vuol dire che quando sarà "lui" a invitarti desidera che tu partecipi.
    Ma la pernacchia la fai accompagnata da gesti ... suppongo.

    Baci

    RispondiElimina
  2. Anche i miei suoceri sono così. Non capisco. Stiamo in provincia di livorno, loro sono marchigiani e quando muore qualcuno nelle marche...vai, partiti, vanno al funerale e si fanno 5 ore di auto. Ma quando è nata mia figlia, quando l'abbiamo battezzata, o ha festeggiato il suo primo compleanno, nessuno dalle marche è venuto qua. Vengono solo per i funerali. Questa cosa mi butta fuori di testa. A me piace tantissimo condividere le gioie, forse perchè ho avuto momenti difficili, ma spero che al mio funerale non vengano persone che non hanno assistito alla nascita di mia figlia. se non condividi la gioia, non puoi condividere il dolore.

    RispondiElimina
  3. Che cosa triste...
    Forse trovano piu' divertenti i funerali???

    RispondiElimina
  4. rido e mi ribalto dal ridere

    quando mi sono sposata non è venuto nessuno dei miei zii e cugini.....e quest ultimi nemmeno al funerale di mia mamma.
    almeno i miei parenti sono più uniformi!

    uno dei miei cugini si è stupito che io e mio marito ci fossimo fatti di corsa 1150 km per raggiungere i miei al mare, in fin dei conti la mia mamma era "solo" in rianimazione" e in 18 ore l'avevano operata "solo" 2 al cervello. e cosa ancor più strana, non volevo lasciare papà da solo ad affrontare tutto ciò!

    a volte mi domando se siamo noi gli strani e loro i normali o viceversa?!?!?!?

    RispondiElimina
  5. Purtroppo ci sono varie cose della cultura dei nostri parenti più anziani che è negativa,vanno ai funerali di tutti ma se devono complimentarsi o partecipare a qualcosa di gioioso, non hanno tempo...parte d noi più giovani lasciare un messaggiopositivo ai nostri figli per invertire un pò il tutto, ciao Potolina, Barbara

    RispondiElimina
  6. io poi mi dico: il morto manco se lo ricorderà se ci siete andati o meno al funerale...mah...!!!! ;-P

    RispondiElimina
  7. Purtroppo questo tipo di atteggiamento lo hanno un po' in tanti...ai funerali non si può mancare..e certe volte ai funerali..si dicono cose meravigliose ..quando forse non è neanche così...L'unica cosa che possiamo fare...in questo mondo che stenta a tenersi stretti grandi valori è..insegnare a chi viene dietro noi..cosa è più bello fare ..compresi i nostri figli...che saranno il futuro..un bacio

    RispondiElimina
  8. invece da noi si fa festa anche ai funerali per ricordare il morto e si sta insieme tutta la famiglia almeno per un pranzo o una cena... un regimento visto che siamo circa una quindicina di strettissimi zii e cugini!
    mia nonna invece che ha partecipato al nostro matrimonio in comune e anche, ovviamente, a quello in chiesa (a distanza di 3 anni) ci ha già proposto un cambio di confessione per festeggiare ancora!

    RispondiElimina
  9. Secondo me la differenza principale è che i festeggiamenti sono meno definitivi dei funerali.

    RispondiElimina

Posta un commento

inciuci & commenti...

Post popolari in questo blog

Ogni scusa è buona!

Ogni scusa è buona per il mio Polpettino piccolo per non andare all'asilo:
Scusa medico/teatrale: tosse finta con conati di vomito...
Scusa pietistica: "i piccoli devono stare a casa con la loro mamma"...
Scusa causa di forza maggiore: "l'asilo è chiuso"...
ed infine motivazione del tipo"mamma hai un anticipo di alzheimer" mista a motivazione fantascientifica: "Mamma, ti sei sbagliata, oggi è di nuovo domenica non è lunedì" !!!



Tu lavori?

Ho deciso...da oggi se mi dovessero chiedere "Ma tu lavori?"...io risponderò :"Non fuori casa"! ( e dentro penserò: chi si fa i c...i suoi campa cent'anni!)

Ansia !

Ieri abbiamo affrontato la seconda seduta di neuropsicomotricità...il Polpettino sembra non avere particolari difetti fisici e la sua inibizione ed il suo rallentamento nel coordinare gli arti inferiori secondo la Doc. tutta frizzi e lazzi è dovuto ad uno stato d'ansia....


Che ansia!!! Quando mi ha comunicato questa cosa ho incominciato a passare in rassegna tutto quello che avrei potuto aver fatto per provocargli ansia...ma la Doc. tutta frizzi e lazzi mi ha detto che il suo stato di paura non dipenderebbe dalle mie di ansie!

Eppure questa cosa ha fatto scattare in me una sorta di senso di allerta, ho ripensato alla predisposizione alla depressione dei parenti di mio marito, nello specifico alle malattie psicologiche dei miei nuoceri, alla mia di ansia che però riesco a gestire bene infatti all'apparenza, nel sociale, tutto risulto fuorchè ansiosa...all'ansia mascherata da sicurezza di mio marito, che spesso mi tocca rassicurare e raccogliere con il cucchiaino quando anch…