Passa ai contenuti principali

Non tutte le scarpe hanno il piedino di Cenerentola!


Sono in questi giorni nella mia città natìa che splende anche quando il sole cede il posto alla pioggia...camminando per le vie del mio quartiere, dopo ben due ore di marcia, faccio capolino in uno dei miei vecchi adorati negozi di scarpe...e ops...proprio quel paio di scarpe che cercavo, non posso ovviamente mica farmele scappare! Così con marito e Patatino al seguito entro e chiedo di provarle...le commesse carinissime, mi chiamano addirittura "signora", ridono al patatino, si tengono a debita distanza dal maritino ( brave!) e così la commessa mi porge la scarpetta indicatale e io mi sfilo prima la scarpa destra, poi il calzino e...wowowowow...sorpresona|!!! Il calzino blu era proprio scolorito sul mio piedino che aveva assunto un colorito livido, putrido, rigettante...un pasticcio di sudore misto a colore,il blu del piede salendo diventa viola sul mio viso...la commessa, gentile porella, accenna ad una risata, mio marito mi guarda cercando di sdrammatizzare con il viso, io avrei voluto sprofondare...mica posso misurare le scarpe sporcandomele!?!?!?!? Così, in trenanosecondi penso al da farsi
1) O rimetto velocemente il calzino e provo con l'altro piede ( sperando non sia nelle stessa situazione)
2) O chiedo un fazzoletto a mio marito e mi pulisco all'istante
3) Improvviso un malore o un imprevisto per cui scappiamo dal negozio immediatamente

Secondo voi, che ha fatto Potolina?!?!?!?!?
A chi indovina, spedirò come candy il mio bel calzino impasticciato, originale, intatto...
To be continued....

Commenti

  1. il 3° lo eliminerei, ormai il malore l' avevi avuto alla vista del piede, il primo lo escluderei perchè per me non rischiavi un altro malore, io opto per il 2° visto che manca la quarta alternativa usare le salviettine inumidite che si tengono per pulire i Patatini quando sono piccoli :)
    Se per caso ho vinto rinuncio al premio, mi basta la soddisfazione di aver indovinato.
    A proposito concordo sulla maggior parte dei tuoi non mi piace
    Ciao
    FioreS

    RispondiElimina
  2. uahauhauhauah!!! Terribileeeeeeee!!!!
    Io quasi quasi non proverei neanche ad indovinare...il tuo premio non lo voglio proprio!!!
    1) non credo che l'altro piede sia stato meno scolorito del primo
    2) ormai la figuraccia era stata fatta quindi chiedi un fazzoletto e non rinunci a provare le scarpine belline che con la 3) dovevi scappare e mai piu' rientrare in quel negozio se non sotto mentite spoglie.
    La 2) quindi...l'accendiamo!

    RispondiElimina
  3. mmmmm.... molto difficile ... io direi la 1????

    la scena di pulirsi il piede non me la volevo perdere però ...:)

    RispondiElimina
  4. La numero 2? :-)
    Comunque ora dobbiamo vedere queste scarpette bellissime!
    Buona permanenza a "casa" allora, un abbraccio!

    RispondiElimina
  5. secondo noi, consulto il bagigio per cose di siffatta importanza, hai provato con l'altro piede che era messo pure peggio
    a quel punto hai dovuto ammazzare tutti i presenti a colpi di karate e fuggire coi tuoi uomini in località segreta

    RispondiElimina
  6. Eh ma le scarpe vanno provate coi piedi stanchi, così si ha la certezza che siano comode :)
    Voto l'opzione 2, quello che avrei fatto io.
    Buona giornata!

    RispondiElimina
  7. io opto per la numero 1

    se vinco rinuncio al premio......mi sa che i tuoi calzini non mi starebbero, c'ho il piedone :p

    Fabiana

    RispondiElimina
  8. Opzione n° 4: Secondo me hai detto che viste da vicino le scarpe "non erano poi così il tuo genere" :-)

    RispondiElimina
  9. posso chiedere l'aiuto del pubblico? o il 50/50? no??? io avrei inscenato un malore...ma credo gli sia venuto alla commessa se il tuo piede puzzava...quindi non hai tolto l'altra scarpa...e tuo marito sicuramente porta sempre dei fazzoletti con sè...ma quel giorno no. E potolinno, povero innocente..non c'entra niente con tutta qst storia!!! Ho vino qualcosa?????

    RispondiElimina
  10. ahhhhhhahhhhhhhhhhhah non posso che ripeterti che sei unica!!
    comunque opto per la seconda!!!!!!!!!! di sicuro.. e immagino con che disinvoltura tu labbia fatto!

    RispondiElimina

Posta un commento

inciuci & commenti...

Post popolari in questo blog

Ogni scusa è buona!

Ogni scusa è buona per il mio Polpettino piccolo per non andare all'asilo:
Scusa medico/teatrale: tosse finta con conati di vomito...
Scusa pietistica: "i piccoli devono stare a casa con la loro mamma"...
Scusa causa di forza maggiore: "l'asilo è chiuso"...
ed infine motivazione del tipo"mamma hai un anticipo di alzheimer" mista a motivazione fantascientifica: "Mamma, ti sei sbagliata, oggi è di nuovo domenica non è lunedì" !!!



Tu lavori?

Ho deciso...da oggi se mi dovessero chiedere "Ma tu lavori?"...io risponderò :"Non fuori casa"! ( e dentro penserò: chi si fa i c...i suoi campa cent'anni!)

Ansia !

Ieri abbiamo affrontato la seconda seduta di neuropsicomotricità...il Polpettino sembra non avere particolari difetti fisici e la sua inibizione ed il suo rallentamento nel coordinare gli arti inferiori secondo la Doc. tutta frizzi e lazzi è dovuto ad uno stato d'ansia....


Che ansia!!! Quando mi ha comunicato questa cosa ho incominciato a passare in rassegna tutto quello che avrei potuto aver fatto per provocargli ansia...ma la Doc. tutta frizzi e lazzi mi ha detto che il suo stato di paura non dipenderebbe dalle mie di ansie!

Eppure questa cosa ha fatto scattare in me una sorta di senso di allerta, ho ripensato alla predisposizione alla depressione dei parenti di mio marito, nello specifico alle malattie psicologiche dei miei nuoceri, alla mia di ansia che però riesco a gestire bene infatti all'apparenza, nel sociale, tutto risulto fuorchè ansiosa...all'ansia mascherata da sicurezza di mio marito, che spesso mi tocca rassicurare e raccogliere con il cucchiaino quando anch…