Passa ai contenuti principali

In che mani siamo...questione di mutande!



Il corridoio, quello piccolo, dove di solito si forma la fila chilometrica per aspettare il proprio turno per fare le analisi, all'ospedale, quando si è incinte è una fucina di chiacchiere; di solito è così tanto il tempo di attesa che ci si racconta la vita intera, intere biografie di mamme alle prime armi, mamme per la prima volta, mamme di terzi figli, paure, ansie, emozioni, consigli ecc...eccc...
Ricordo che in una di queste tante "file da conversazione" beccai una ragazza che mi raccontò la sua esperienza con il ginecologo dell'ospedale...una siringa di fiducia, direi, io che ero alle prime armi ed ero letteralmente terrorizzata con tutto ciò che aveva a che fare con i medici, tanto che alla prima analisi del sangue svenni non appena seduta sulla sedia...ma questa è un'altra storia....
Ebbene lei, incinta per la prima volta, durante la visita dal ginecologo:
Il ginecologo - Signora, vedo che lei ha già avuto un cesareo!-
Lei - No, dottore, questo è il mio primo figlio/a -
Il ginecologo - Bè, allora è stata operata, per quale motivo?-
Lei - No, dottore, in verità nemmeno mai di appendicite per fortuna!-
Il ginecologo - Ma allora cos'è questo segno sulla pancia? -
Lei si sporge per vedere di cosa stesse parlando il dottore....
- Ma - dice lei - dottore! E' il segno dell'elastico della mutanda! ---
SENZA PAROLE

Commenti

  1. Oddio mio!!!! Ma in mano a chi stiamooooooooooooo?????????????????????????????????????????????????????????????????????????

    RispondiElimina
  2. uahauhauhauahuah!!! che mutande aveva la tizia??? e che dottore...

    RispondiElimina
  3. Nooooo..ma dai!!!E' una barzelletta!!Povere noi!!!

    RispondiElimina
  4. Caspita! Altro che mutande... aveva almeno la cintura di castità!

    RispondiElimina
  5. Aiutooooooooooooooooooooooooooooo!!!!!

    RispondiElimina
  6. Laurea presa per corrispondenza, immagino O_o

    RispondiElimina
  7. Ahahahaah.... ho le lacrime agli occhi! Giuro! E' davvero consolante e rassicurante sta cosa! Mamma mia!

    RispondiElimina
  8. direi che trovo decisamente inappropriata l'immagine che hai messo a fine post: meglio se dietro la testa c'è una mano che la spinge a ripetizione contro il muro... (ovvio che la mano è la tua e la testa quella del medico) :D

    RispondiElimina
  9. Non ci credo...ho cominciato a ridere prima ancora di finire di leggere!!!

    RispondiElimina
  10. e pensare che io già avevo il terrore dei medici, poi quando mi hanno fatto il cesareo ho pensato: speriamo che nessuno dimentichi il cellulare nella mia pancia...vorrei dormire un pò dopo!!! ;-P

    RispondiElimina
  11. Lavoro con i medici in ospedale...perchè questo post non mi sorprende???

    RispondiElimina
  12. la quantità di intelligenza presente nel mondo è una costante.

    le persone sono in aumento.

    Altre domande?

    RispondiElimina
  13. aahahahah adriano hai ragione! noi adesso ci ridiamo, in effetti la cosa è alquanto drammatica!!!

    RispondiElimina

Posta un commento

inciuci & commenti...

Post popolari in questo blog

Ogni scusa è buona!

Ogni scusa è buona per il mio Polpettino piccolo per non andare all'asilo:
Scusa medico/teatrale: tosse finta con conati di vomito...
Scusa pietistica: "i piccoli devono stare a casa con la loro mamma"...
Scusa causa di forza maggiore: "l'asilo è chiuso"...
ed infine motivazione del tipo"mamma hai un anticipo di alzheimer" mista a motivazione fantascientifica: "Mamma, ti sei sbagliata, oggi è di nuovo domenica non è lunedì" !!!



Tu lavori?

Ho deciso...da oggi se mi dovessero chiedere "Ma tu lavori?"...io risponderò :"Non fuori casa"! ( e dentro penserò: chi si fa i c...i suoi campa cent'anni!)

Ansia !

Ieri abbiamo affrontato la seconda seduta di neuropsicomotricità...il Polpettino sembra non avere particolari difetti fisici e la sua inibizione ed il suo rallentamento nel coordinare gli arti inferiori secondo la Doc. tutta frizzi e lazzi è dovuto ad uno stato d'ansia....


Che ansia!!! Quando mi ha comunicato questa cosa ho incominciato a passare in rassegna tutto quello che avrei potuto aver fatto per provocargli ansia...ma la Doc. tutta frizzi e lazzi mi ha detto che il suo stato di paura non dipenderebbe dalle mie di ansie!

Eppure questa cosa ha fatto scattare in me una sorta di senso di allerta, ho ripensato alla predisposizione alla depressione dei parenti di mio marito, nello specifico alle malattie psicologiche dei miei nuoceri, alla mia di ansia che però riesco a gestire bene infatti all'apparenza, nel sociale, tutto risulto fuorchè ansiosa...all'ansia mascherata da sicurezza di mio marito, che spesso mi tocca rassicurare e raccogliere con il cucchiaino quando anch…