Passa ai contenuti principali

Pratobianco...un vino da tavola aromatico!


E' un tipico vino bianco emiliano...è come i bimbi nella pancia della mamma, ci impiega, infatti, ben nove mesi per fermentare, parte in acciaio e parte in legno...

E' un vino aromatico, profumatissimo ed è ottimo da gustare insieme con salumi dolci, come il prosciutto di Parma o il culatello.

Non deve mancare naturalmente, visto che ci troviamo in Emilia il tipico Gnocco Fritto!!!
Il prezzo si aggira intorno ai 10 euro a bottiglia.

Vi riporto la scheda che potete trovare al seguente link:

http://www.torrefornello.it/ita/vini/vini_pratobianco.html

Prende il nome dall'esatta particella catastale rilevata dalle antiche mappe aziendali. Su questo terreno si coltiva un vitigno nobile quale il Sauvignon Blanc, di diffusione mondiale che, grazie al particolare microclima di Ziano ed in specifico di questa zona, caratterizza queste uve in modo significativo. Le uve raccolte manualmente nella prima decade di settembre, vengono lavorate e pressate in modo soffice. Il mosto fiore, fermenta parte in acciaio e parte in barriques nuove di rovere di Allier da 225 litri dove vi rimane per 9 mesi. Segue un affinamento in bottiglia prima di essere commercializzato.
Le moderne tecniche di vinificazione tra cui l'attento controllo della temperatura, consentono di ottenere un vino bianco moderno con spiccata personalità e con uno spettro aromatico e complesso, di sicuro interesse.
Vitigno Sauvignon 40%, Malvasia aromatica di Candia 40%, Chardonnay 20%
Anno di impianto Sauvignon 1990, Malvasia 1980, Chardonnay 1985
Forma di allevamento Sistema cortina semplice e Gujot basso
Terreno Argilloso limoso
Resa media per ettaro 75 quintali
Altimetria 170 metri
Gradazione alcolica 12,5°
Caratteri organolettici
  • Colore giallo paglierino brillante con riflessi verdognoli
  • Profumo intenso e persistente con note aromatiche molto complesse che ricordano la salvia, frutti esotici, i fiori di sambuco
  • Sapore gusto asciutto, pieno, elegante con persistenza aromatica.
  • Temperatura di servizio Servire a 10-12 °C

    Commenti

    Post popolari in questo blog

    Ogni scusa è buona!

    Ogni scusa è buona per il mio Polpettino piccolo per non andare all'asilo:
    Scusa medico/teatrale: tosse finta con conati di vomito...
    Scusa pietistica: "i piccoli devono stare a casa con la loro mamma"...
    Scusa causa di forza maggiore: "l'asilo è chiuso"...
    ed infine motivazione del tipo"mamma hai un anticipo di alzheimer" mista a motivazione fantascientifica: "Mamma, ti sei sbagliata, oggi è di nuovo domenica non è lunedì" !!!



    Tu lavori?

    Ho deciso...da oggi se mi dovessero chiedere "Ma tu lavori?"...io risponderò :"Non fuori casa"! ( e dentro penserò: chi si fa i c...i suoi campa cent'anni!)

    Ansia !

    Ieri abbiamo affrontato la seconda seduta di neuropsicomotricità...il Polpettino sembra non avere particolari difetti fisici e la sua inibizione ed il suo rallentamento nel coordinare gli arti inferiori secondo la Doc. tutta frizzi e lazzi è dovuto ad uno stato d'ansia....


    Che ansia!!! Quando mi ha comunicato questa cosa ho incominciato a passare in rassegna tutto quello che avrei potuto aver fatto per provocargli ansia...ma la Doc. tutta frizzi e lazzi mi ha detto che il suo stato di paura non dipenderebbe dalle mie di ansie!

    Eppure questa cosa ha fatto scattare in me una sorta di senso di allerta, ho ripensato alla predisposizione alla depressione dei parenti di mio marito, nello specifico alle malattie psicologiche dei miei nuoceri, alla mia di ansia che però riesco a gestire bene infatti all'apparenza, nel sociale, tutto risulto fuorchè ansiosa...all'ansia mascherata da sicurezza di mio marito, che spesso mi tocca rassicurare e raccogliere con il cucchiaino quando anch…