Passa ai contenuti principali

In ginocchio da te...o suppergiù!!!


Luglio 2010, nono mese di gravidanza, agli sgoccioli praticamente, caldo afoso, voglia di quattro salti….in padella ( gli unici salti non mortali che potevo permettermi, considerati i 75 chili di ciccia + patatino nel pancione!).
Vado al mio super mercatino preferito e non prendo nemmeno il cestello, visto che devo prendere “solo” una busta surgelata…vago nel supermercato, come al mio solito, come in un museo, comincio a contemplare tutti i tipi di prodotto innescando una voglia matta di tutto, e così, due braccia diventano davvero poche per le cose che prendo…ma intelligentemente, e sottolineo intelligentemente, non torno indietro a prendere il carrello, (e no, qui abbiamo wonder woman, non dimentichiamocelo!) ma continuo a caricarmi di roba, persino in bocca…cioè, buste pinzate tra i denti…ad un certo punto
la tragedia: l’inevitabile stava per succedere.
Mi cade l’ovetto kinder a terra…quella fotocopia in miniatura del mio pancione mi gioca uno scherzetto non da poco…ed io, intelligentemente, e sottolineo: intelligentemente, non lo lascio a terra, considerato il mio panzone, ma cerco di raccoglierlo piegandomi lievemente sulle ginocchia quando….patapumfete, rimango a terra in ginocchio provocando un tonfo micidiale, mi cadono tutte le bustine, pacchetti e pacchettini per terra, braccia penzolanti, sguardo rivolto verso il frigo in cerca di un appiglio cui potermi sorreggermi per potermi rialzare, sudore grondante, nonostante l’aria condizionatissima ma…il colmo è quando vedo la faccia del commesso che si accorge di me ( chissà perché, ancora mi chiedo come mai!) che sembra aver visto una mistica folgorata nel bel mezzo del supermercato in estasi ( e in questo caso estasi non mistica, considerato il mio sguardo di certo allucinato!!!) in preda ad un’apparizione, che se solo avesse seguito i miei occhi avrebbe visto che erano direzionati verso i sofficini findus, che, in certi casi, hanno più potere di una entità sopranaturale…
Dopo aver realizzato che ero semplicemente una mucca rimasta bloccata a terra, mi chiede gentilmente -Signora, la aiuto a rialzarsi!?!?!?- Ed io orgogliosa come non mai: “Non si preoccupi…la ringrazio”…dopo mezz’ora e dopo che i clienti del supermercato mi passavano accanto lanciando monetine a terra e bestemmiando contro gli accattoni –non bastavano per strada, adesso pure nei supermercati- mi alzo e scattante, yeah yeah, mimando una disinvoltura che somigliava più ad un rap da folle che ad una semplice camminata verso la cassa…pago e scappo letteralmente via, percorrendo i metri che mi separano da casa letteralmente volando…salvo poi restare sul divano immobile per tutto il resto della giornata con il mio patatino che scalciava nella pancia a ritmo di “In ginocchio da te”…aveva già capito tutto della sua mamma!!!

Commenti

  1. mitica!
    anch'io adottavo la tua tecnica ma solo per limiate il più possibile la quantità di skifezze acquistate

    RispondiElimina
  2. cavoli riesci sempre a farmi piegare dal ridere!
    Pensa che io al settimo mese mi sono sentita picasso e mi sono messa a dipingere la camera dei bambini!
    RISULTATO: 1 settimana di ospedale!
    però la camera è venuta bene ;-P
    ciao ciao
    a presto CRI

    RispondiElimina
  3. Oh mammma che risate mi fai fare! Un abbraccio!

    RispondiElimina
  4. Io a maggio 2008 essendo già quasi fuori tempo massimo dopo la data presunta ho rivoltato la casa come un calzino, ho pulito bene il forno e anche sbrinato il freezer ma niente! Neanche una misura contrazione...ma almeno la casa era ok per dopo:-)

    RispondiElimina
  5. infatti Geng,ho letto in qualche libro per neomamme che esiste proprio la sindrome della casa pulita, cioè qualche giorno prima del parto si pulisce casa da cima a fondo, o come ha fatto Cri, si rinnova l'arredamento...a me è capitato di svuotare il frigo, e di usare la mia boccuccia come bidone della spazzatura...risultato : nessuna contrazione solo spasmi allo stomaco da indigestione!!!
    @ mammasuperabile; per le skifezze c'è sempre posto, non so come, ma c'è sempre!! ;-P
    @katia e liujo: smack!

    RispondiElimina
  6. ahahahahahahahahah
    mai andare a fare la spesa da affamati, MAI ahah

    RispondiElimina
  7. mi hai fatto morire, come al solito! :D
    (anche io come te, nessuna sindrome del nido da sistemare, ma quella dello stomaco da riempire eccome!) :)

    RispondiElimina
  8. troppo simpatica la mia Potolina!!!

    p.s.
    vai a fare la spesa dopo mangiato così basterà una mano ^________^!!!!
    bacini al patatino

    RispondiElimina
  9. Veramente,se uno ha avuto una giornata dura e stressante,basta venire a leggere i tuoi post per far tornare il sorriso.
    Sei troppo forte!!:-))

    Ciao,buona serata!!

    RispondiElimina
  10. grazie!! mi fa moooolto piacere se riesco a strappare una risatina!!!

    RispondiElimina
  11. mamma mia....immagino la botta e la paura....

    RispondiElimina
  12. no vabbè mi hai fatto morire dalle risate.
    Sono a lavoro, in pausa pranzo ok, ma non potevo esplodere e ho trattenuto trattenuto trattenuto, ma s di te in crisi mistica davanto ai bastoncini findus sono esplosa !!!!
    Complimenti ... anche io a luglio 2010 ero al nono mese!!! bello!

    RispondiElimina

Posta un commento

inciuci & commenti...

Post popolari in questo blog

Ogni scusa è buona!

Ogni scusa è buona per il mio Polpettino piccolo per non andare all'asilo:
Scusa medico/teatrale: tosse finta con conati di vomito...
Scusa pietistica: "i piccoli devono stare a casa con la loro mamma"...
Scusa causa di forza maggiore: "l'asilo è chiuso"...
ed infine motivazione del tipo"mamma hai un anticipo di alzheimer" mista a motivazione fantascientifica: "Mamma, ti sei sbagliata, oggi è di nuovo domenica non è lunedì" !!!



Tu lavori?

Ho deciso...da oggi se mi dovessero chiedere "Ma tu lavori?"...io risponderò :"Non fuori casa"! ( e dentro penserò: chi si fa i c...i suoi campa cent'anni!)

Ansia !

Ieri abbiamo affrontato la seconda seduta di neuropsicomotricità...il Polpettino sembra non avere particolari difetti fisici e la sua inibizione ed il suo rallentamento nel coordinare gli arti inferiori secondo la Doc. tutta frizzi e lazzi è dovuto ad uno stato d'ansia....


Che ansia!!! Quando mi ha comunicato questa cosa ho incominciato a passare in rassegna tutto quello che avrei potuto aver fatto per provocargli ansia...ma la Doc. tutta frizzi e lazzi mi ha detto che il suo stato di paura non dipenderebbe dalle mie di ansie!

Eppure questa cosa ha fatto scattare in me una sorta di senso di allerta, ho ripensato alla predisposizione alla depressione dei parenti di mio marito, nello specifico alle malattie psicologiche dei miei nuoceri, alla mia di ansia che però riesco a gestire bene infatti all'apparenza, nel sociale, tutto risulto fuorchè ansiosa...all'ansia mascherata da sicurezza di mio marito, che spesso mi tocca rassicurare e raccogliere con il cucchiaino quando anch…