Passa ai contenuti principali

Sarà un caso !?!?!?


Ieri sera, dopo aver messo a letto il dolce patatino e l’adorabile marito, mi sono messa, come di consueto, al timone del mio pc per iniziare il mio appuntamento con una navigazione alla scoperta del “mondo”…mi sono imbattuta in siti poco confortevoli, dove si analizzava la situazione italiana e a livello economico e a livello sociale…pensavo al mondo che troverà il mio dolce patatino, ai pericoli, alle avversità…e sarà stata l’ora tarda, sarà stata la portata delle notizie che leggevo, ho avuto un attimo di scoramento…
Ma…e c’è sempre un ma…stamattina apro facebook e vedo che una mia amica, mamma blogger
( www.piedinudinelparco.blogspot.com) con la quale ho percorso un tratto della mia strada qualche anno fa, in cui le discussioni erano sempre spunto di riflessione, una riflessione profonda, capace di generare cambiamenti di atteggiamenti, è stata intervistata da un blog www.famigliefelici.blogspot.com .
Oltre che a vedere la foto della sua famiglia, con i suoi dolci cuccioli che mi hanno strappato un sorrisone, ho scoperto che ha indicato il mio blog tra le letture consigliate…mi sono sentita lusingata e contenta…
Ma il punto è un altro: alla luce delle notizie che mi avevano un po’ rattristata, vedere esempi di famiglie positive, vicine per età, ideali, credo, che affrontano le piccole cose di tutti i giorni con uno spirito positivo, oltre che ad essere un grande conforto è un grande incoraggiamento per chi può, nelle incombenze quotidiane, spesso perdere la bussola…
Un grazie ai modelli proposti di famiglie felici, perché è necessario avere degli esempi, cui ispirarsi, cui attingere che non siano quelli che “normalmente” passano attraverso i media, e un grazie a quelle mamme blogger che hanno il coraggio di “scoprirsi” e condividere le loro esperienze, perplessità, sentimenti, gioie, paure, scoperte…

Commenti

  1. Spero che riusciremo a trasmettere i giusti valori ai nostri bimbi e spero che poi loro non li perdano per strada! Certo è che se le basi non le dà la famiglia chi le dovrebbe dare?
    Un abbraccio

    RispondiElimina
  2. O_O ... mi sento un po' confusa ... e lusingata ...
    2 post in una gironata sola ...
    E poi, hai una bellissima famiglia Potolina, e mi aiuti un sacco ogni giorno ...

    RispondiElimina
  3. Sono le belle famiglie come la tua che danno il buon esempio! Io lavoro ogni giorno su me stessa per dare il meglio ai figli e al marito e devo dire che con loro non è difficile, soprattutto perchè l'amore che ci lega è universale...anzi per dirla come il grande Benigni ieri sera: L'Amore non può essere un po' o tanto, com la morte, non si può dire "è un po' morto", o è morto o è vivo...ecco, l'Amore nella nostra famiglia è totale, come credo nella tua!
    Baci

    RispondiElimina
  4. io come mamma devo crescere e crescere e crescere!e se non ci foste voi sarei veramente da buttare!

    RispondiElimina
  5. la cosa bella è che possiamo confrontarci senza peli sulla lingua e crescere insieme!!!

    RispondiElimina

Posta un commento

inciuci & commenti...

Post popolari in questo blog

Ogni scusa è buona!

Ogni scusa è buona per il mio Polpettino piccolo per non andare all'asilo:
Scusa medico/teatrale: tosse finta con conati di vomito...
Scusa pietistica: "i piccoli devono stare a casa con la loro mamma"...
Scusa causa di forza maggiore: "l'asilo è chiuso"...
ed infine motivazione del tipo"mamma hai un anticipo di alzheimer" mista a motivazione fantascientifica: "Mamma, ti sei sbagliata, oggi è di nuovo domenica non è lunedì" !!!



Tu lavori?

Ho deciso...da oggi se mi dovessero chiedere "Ma tu lavori?"...io risponderò :"Non fuori casa"! ( e dentro penserò: chi si fa i c...i suoi campa cent'anni!)

Ansia !

Ieri abbiamo affrontato la seconda seduta di neuropsicomotricità...il Polpettino sembra non avere particolari difetti fisici e la sua inibizione ed il suo rallentamento nel coordinare gli arti inferiori secondo la Doc. tutta frizzi e lazzi è dovuto ad uno stato d'ansia....


Che ansia!!! Quando mi ha comunicato questa cosa ho incominciato a passare in rassegna tutto quello che avrei potuto aver fatto per provocargli ansia...ma la Doc. tutta frizzi e lazzi mi ha detto che il suo stato di paura non dipenderebbe dalle mie di ansie!

Eppure questa cosa ha fatto scattare in me una sorta di senso di allerta, ho ripensato alla predisposizione alla depressione dei parenti di mio marito, nello specifico alle malattie psicologiche dei miei nuoceri, alla mia di ansia che però riesco a gestire bene infatti all'apparenza, nel sociale, tutto risulto fuorchè ansiosa...all'ansia mascherata da sicurezza di mio marito, che spesso mi tocca rassicurare e raccogliere con il cucchiaino quando anch…