Passa ai contenuti principali

L'estrema unzione!


Come d'abitudine, da quando ho sviluppato una fame "mammesca"secondo la taratura del moderno "vaccometro", tutte le volte che esco con il patatino e con il marito ci fermiamo alla focacceria genovese in piazza Castello...tappa obbligata oramai, pizzetta al prosciutto e formaggio, slurp! slurp!!!
Oggi esco con Patatino e marito, e come sempre ci fermiamo davanti alla focacceria, mio marito prende tre pizzette che finisce nel momento in cui azzanno il primo morso alla mia unica focaccia...quando...quando si avvicina a noi una coppia tutta sorridente, tutti belli, infighettati, allampadati e profumati(pure troppo!), salutano mio marito e via alle presentazioni ....con...con un piccolissimo particolare: io avevo il mio primo boccone della focaccia ancora in bocca, ero unta e bisunta , avevo entrambe le mani occupate...cerco di ingoiare agilmente il boccone senza masticarlo, mi va di traverso, comincio a tossire, intanto cerco di mantenere un sorriso di circostanza tentando di non sputare via alla velocità della luce quanto mi stava strozzando, lacrime agli occhi, mascara che si scioglieva e che con le dita unte diventava una poltiglia incandescente, intanto quei due con le mani tese nel gesto di saluto...PANICO TOTALE...guardo mio marito che mi porge la sprite, bevo, ingoio, eccoci...pericolo passato, sono ancora viva...
Intanto procedono le presentazioni, io sono Potolina piacere, e con la mano unta saluto i due malcapitati, che intanto non sanno se ridere o fuggire a gambe levate...io sfoggio un sorriso cercando di fare la simpaticona, ma intanto sento scendere una pianta di prosciutto incastratasi tra i denti e cerco di parlare il meno possibile facendo finta di cercare un fazzolettino nella borsa....
Non oso immaginare che impressione avrò fatto a questi poveri ragazzi, ma chissà perchè, quando ci siamo congedati, hanno dato la mano solo a mio marito, salutando me con un cenno impercettibile della loro mano..
Attenzione: gli untori sono tornati!!

Commenti

  1. ahahaha carina , sei spassosa.
    buona serata

    RispondiElimina
  2. :DDD poveri loro!!!!
    passa da me quando puoi che ho una cosina per te!

    RispondiElimina
  3. Non c'è niente di più buono di una focaccia unta. W gli untori!!!

    RispondiElimina
  4. Ahahahaha!!! Sei mitica Potolina!
    A volte succede che più si incontrano fighi infihettati più si faccia la parte degli mbranati .. chissà perché é un riflesso condizionato!

    RispondiElimina
  5. ahahahah cavolo, mica si può rinunciare però alle ciaccine come le chiamiamo qui, unte e buonissime!!!
    eheh
    i due malcapitati non sapevano cosa si perdevano ^_^ e poi dai son sicura che avrai fatto una buona impressiona da.. buongustaia eheh

    RispondiElimina
  6. Sono nuovo di qui. Bel blog, molto carina la grafica :)
    Se ti va vieni a dare un occhio al mio blog, il link lo trovi cliccando sul mio nick.
    Un abbraccio :)

    RispondiElimina
  7. Hahahahahahah sei molto divertente e io non sarei persa per niente al mondo questa scena :)
    Che buone che devono essere le focaccine...

    RispondiElimina

Posta un commento

inciuci & commenti...

Post popolari in questo blog

Ogni scusa è buona!

Ogni scusa è buona per il mio Polpettino piccolo per non andare all'asilo:
Scusa medico/teatrale: tosse finta con conati di vomito...
Scusa pietistica: "i piccoli devono stare a casa con la loro mamma"...
Scusa causa di forza maggiore: "l'asilo è chiuso"...
ed infine motivazione del tipo"mamma hai un anticipo di alzheimer" mista a motivazione fantascientifica: "Mamma, ti sei sbagliata, oggi è di nuovo domenica non è lunedì" !!!



Tu lavori?

Ho deciso...da oggi se mi dovessero chiedere "Ma tu lavori?"...io risponderò :"Non fuori casa"! ( e dentro penserò: chi si fa i c...i suoi campa cent'anni!)

Ansia !

Ieri abbiamo affrontato la seconda seduta di neuropsicomotricità...il Polpettino sembra non avere particolari difetti fisici e la sua inibizione ed il suo rallentamento nel coordinare gli arti inferiori secondo la Doc. tutta frizzi e lazzi è dovuto ad uno stato d'ansia....


Che ansia!!! Quando mi ha comunicato questa cosa ho incominciato a passare in rassegna tutto quello che avrei potuto aver fatto per provocargli ansia...ma la Doc. tutta frizzi e lazzi mi ha detto che il suo stato di paura non dipenderebbe dalle mie di ansie!

Eppure questa cosa ha fatto scattare in me una sorta di senso di allerta, ho ripensato alla predisposizione alla depressione dei parenti di mio marito, nello specifico alle malattie psicologiche dei miei nuoceri, alla mia di ansia che però riesco a gestire bene infatti all'apparenza, nel sociale, tutto risulto fuorchè ansiosa...all'ansia mascherata da sicurezza di mio marito, che spesso mi tocca rassicurare e raccogliere con il cucchiaino quando anch…